Blog dei casi clinici di AGOPUNTURA - dr. Dante De Berardinis

1 DIC 2019
2

LI19, un punto dimenticato

Motivo della consultazione

Uomo di 80 anni. Riferisce sensazione di peso pelvico con difficoltà alla evacuazione e dolore sovrapubico con disuria da prostatite cronica. Il tutto da circa due anni. I problemi sono iniziati apparentemente senza motivo. Si è sottoposto tutti gli accertamenti del caso.

Ma ciò che colpisce è soprattutto il suo stato d’ansia e la sua preoccupazione esagerata per il problema dell’alvo.

Tutta la sua giornata è basata su come ha defecato, se ha prodotto abbastanza per quello che ha mangiato e, di conseguenza, da un abuso di farmaci lassativi.

Prima diagnosi

  • Chiusura degli orifizi inferiori. A favore di questa diagnosi vi é anche lo stato emotivo particolarmente ansioso.

Terapia

  • TH1, SP12, PC6, ST7 (formuletta per aprire gli orifizi inferiori secondo il Nan Jing)

Sedute successive

Dopo la prima seduta il paziente dice di sentirsi meglio, sente meno il fastidio pelvico. Ma dopo tre sedute tutto torna come prima.

A questo punto aggiungo BL38 che ha la funzione di “disinibire” o regolare le vie dell’acqua soprattutto del Jiao Inferiore. Tratta la difficoltà della minzione e defecazione, stipsi con dolore dell’addome inferiore.   Ma nella seduta successiva nulla di fatto è cambiato.

Alla 5 seduta tratto la funzione di eliminazione del Jiao inferiore secondo i consigli del dr. Kespi con i punti KI4, CV7.

La sintomatologia migliora per 15 giorni ma poi, dopo una nuova seduta, tutto torna come prima o quasi. Permane il fastidio pelvico di non completa evacuazione. Continua nella sua ossessione di comunicarmi per telefono mattino e sera la quantità di feci che ha prodotto.

La seduta successiva avviene il martedì dopo che nel fine settimana avevo tenuto un seminario sui punti del meridiano principale del Grosso Intestino.

Fresco di studi penso al punto LI19 , Kou He Liao .

Il risultato è sorprendente. A distanza di un mese sembra che i sintomi siano scomparsi ma soprattutto non mi telefona più per quella comunicazione  del bollettino medico quotidiano.

Al punto LI19 ho associato anche il punto ST38 che ha la funzione di purificare il calore del colon.

Appunti su LI19 da un seminario di Jeffrey Yuen.

“Kou He Liao

Il carattere Kou,  vuol dire bocca, sta a indicare che permette di stabilire la connessione tra bocca come inizio dell’apparato digerente e l’ano, Po men, come fine dello stesso.

E’ un punto Liao,che è un luogo, il foro delle ossa, dove vengono messe in latenza le cose non assorbite e non eliminate. Le cose che non si riescono ad eliminare con le feci e sono anche quelle che non si riescono a esprimere attraverso il linguaggio.

LI19 è in relazione all’ano, fa si che le cose che non si riescono a defecare finiscano nelle gengive, quindi tratta  le malattie gengivali in pazienti che , per esempio, soffrono di disturbi dell’ano come le emorroidi.

I punti Liao più conosciuti sono i Ba Liao del sacro (BL31- BL34). In generale hanno la funzione di drenare le cose che si accumulano e ci sopraffanno e non sappiamo gestire.

I punti Liao drenano le cose nell’Osso e quindi al Midollo, quindi alla costituzione, al livello Yuan diventando parte del genoma, che viene passato alle prossime generazioni tramite il concepimento.

LI19 mette in movimento l’intestino ma non tratta direttamente problemi intestinali, in quel caso dobbiamo trattare LI9 e LI8 che trattano stipsi e favoriscono la purgazione”.

A proposito dei punti Liao, il mio amico dr. Gorgio Biolchi ha notato che sul viso  i punti Liao sono in relazione con gli orifizi:

  • Orecchio:TH22,Hé Liáo – Forame dell’armonia dell’orecchio
  • Bocca:LI19 Hé Liáo – Forame dei cereali della bocca
  • Naso: GV25 Sù Liáo – Forame osseo bianco
  • Occhio: GB1Tóng zǐ liáo- Forame della pupilla

se si considerano i nomi secondari di TH23, l’occhio ha due punti Liáo

TH23 Sī Zhú Kōng - cavità del bambù di seta

  • Jù Liáo – Forame gigante
  • Mù Liáo – Forame dell’occhio
  • Yuè Liáo – Forame della luna (? carne?)

E al centro ovviamente:

SI18 Quán Liáo -Forame dell’osso mascellare

nome secondario:Zhuī liáo – Forame dell’osso martello (?)

Conclusione

Il caso clinico descritto è servito a ricordare che nel trattamento di problemi degli orifizi inferiori possiamo pensare a diversi meccanismi. Ne ricordo alcuni:

  • Apertura degli orifizi secondo il Nan Jing: TH1, SP12, PC6, ST7
  • La funzione di eliminazione del Jiao Inferiore: KI4, CV7.

Ma anche:

  • Il MD di BL-KI: BL10, BL40, BL36
  • La prima tripletta dei Gui di Sun Si Miao: SP1, LU11, GV26 + eventualmente LI5

Per anni ci siamo dimenticati che esiste anche il punto LI19 che agisce a questo livello.

Dr. Dante De Berardinis

Commenti

  • Commento del dr. Emilio Simongini
    In realtà sui punti Liao potremmo (e dovremmo) discutere a lungo.
    A proposito di quelli che regolano gli orifizi:
    Per la bocca, intesa come latenza del calore dello stomaco che può interessare bocca e denti, c’è il 3St, Ju Liao, “gigantesco”.
    Per l’occhio c’è 1GB, Tong Zi Liao.
    Per il naso e gli effetti del cibo (ora sappiamo) c’è 19Li
    Per l’orecchio c’è 22Th
    Di 23Th non so, non c’è nel nome principale.
    Questi regolano gli orifizi come strumenti di regolazione della latenza. Mi aspetto che ognuno di loro abbia sintomi e condizioni cliniche simili a quelle descritte nel caso: condizioni cliniche che si sbloccano attivandole.
    Il 18Si è il più importante, li regola tutti ed ha azioni più profonde, sia a livello fisico sia a livello psichico. Per me è un Liao del livello di 12Si e dei Liao del sacro.
    25Gv lo metterei in un’altra categoria, poiché sta su un curioso ed ha a che fare con latenza che riguarda i curiosi, i midolli; il Jing cioè è già attaccato.
    Da questi ultimi Liao non mi aspetto un quadro sintomatologico specifico, che compare o si sblocca, ma un “processo” di alleggerimento del carico di latenza.
    Ciao
    Emilio

    Dante De Berardinis
    - 03/12/2019
  • Commento del dr. Simongini:
    Caro Dante, grazie per questa ulteriore "visione" di una importante funzione.
    Mi permetto di ragionare a voce alta per organizzare le mie conoscenze.
    Il 19LI è uno dei punti Liao del viso. Il suo nome è Kou He Liao: Kou sta per bocca, He per cereali, raccolto. Si tratta quindi di:
    - un punto Liao, che tratta, quindi, il processo di messa in latenza o perdita della stessa
    - vicino al naso, che ha a che fare con la messa in latenza relativa al naso, agli odori
    - che ha a che fare con la bocca (Kou) e, in particolare, con il raccolto, i cereali, cioé il cibo e la digestione
    - che ha a che fare con il grosso intestino, quindi con A) la messa in latenza delle noxae che vengono dall’esterno; B) con la defecazione
    Il tuo caso è, quindi, particolarmente esemplificativo: gli elementi relativi al cibo non vengono processati/eliminati e determinano irritazione nel Jiao inferiore, dove cominciano a produrre perdita di latenza (prostatite simile). In più la bocca, la parola, è ossessionata dal problema. Le descrizioni dettagliate del tuo paziente sono quanto mai tipicamente "anali".
    Il 19LI ha permesso lo sblocco del processo di eliminazione, ha svuotato ciò che il corpo stava stentando a mantenere in latenza. E ha liberato l’ossessione (con ulteriori vantaggi sulla bolletta telefonica).
    Il 19LI è veramente un punto dimenticato che ora trova una importante collocazione! Sempre complimenti!
    Emilio

    Dante De Berardinis
    - 01/12/2019

Aggiungi commento

3 OTT 2019

BL38, il punto della suocera

Fu Xi, BL38, “Il punto della suocera” Relazione al 9° congresso SIDA di settembre 2019 Dante De Berardinis [1]    Riassunto Nella relazione si racconta di un caso clinico caratterizzato a livello fisico da edemi agli arti inferiori e a livello psichico da una personalità con una particolare tendenza ad invadere il territorio affettivo e psichico delle altre persone. Nella discussione si tenta di ...
Continua a leggere

Altri post

Incapacità di andare avanti

Vomito in gravidanza