Blog dei casi clinici di AGOPUNTURA - dr. Dante De Berardinis

6 DIC 2016
3

Cervicalgia da senso di colpa

Motivo della consultazione

Donna di 50 anni.

Cervicalgia dx nella zona del punto GB21 irradiato sulla spalla. Il dolore è iniziato da circa un anno subito dopo un trattamento con chemioterapia per K del polmone.

La paziente riferisce che, secondo lei,  il K polmonare è insorto subito dopo che si è rassegnata di non poter avere figli. Mi racconta che per anni ha tentato senza successo di avere figli anche attraverso la procreazione medicalmente assistita.

Depressione e ansia per la malattia.

Insonnia caratterizzata da frequenti risvegli notturni.

Non familiarità per K mammelle.

Diagnosi

Difficile scrivere la diagnosi con due parole. Si tratta di trattare le conseguenze di un senso di colpa dovuta a non essere riuscita a procreare.

Terapia

  • CV18, Yu Tang

Andamento clinico

Alla scomparsa del dolore cervicale alla seconda seduta si è associato un miglioramento generale della cenestesi che le ha fatto riferire “sto molto bene in tutto”. Infatti riesce a dormire e non è più afflitta dalla sua depressione ansiosa reattiva. Adesso sto continuando con una seduta al mese perché la paziente vuole continuare così: dice che si sente più forte a combattere la malattia.

Discussione

Il punto  Yu Tang mi è subito saltato alla mente quando la paziente ha detto che il tumore mammario è comparso  quando si era rassegnata a non avere figli.

 Il nome del punto CV18 è  Yu Tang:

  • Yu, (R. 5923), giada, pietra preziosa
  • Tang (R. 4739), palazzo, tempio.

Secondo nome:

  • Yu,  idem
  • Ying (R. 5817), fiore, foglia

La giada è legata simbolicamente alla perennità, sopravvivere nel tempo.

Per questo nell’antichità durante la sepoltura si inserivano pietre di giada  nella bocca, naso e l’apice della testa, per testimoniare l’eternità dell’anima. Mentre lo Hun, che è più etereo lascia il corpo a GV20, il Po discende e lascia il corpo a GV1, ossia l’ano (Po Men, porta del Po) per tornare alla terra e per questo anche nell’ano si inseriva la giada.

L’unico modo per sopravvivere al tempo per i comuni mortali è attraverso la discendenza. Non a caso il pene viene chiamato “asta di giada” facendo riferimento a questa funzione di procreazione.

Il punto Yu Tang tratta quindi il senso di colpa verso i propri  avi, Zong Qi, di non aver potuto ottemperare alla funzione di portare avanti la discendenza.

I tre punti CV17, CV18 e CV19 sono legati a tre diversi sensi di colpa:

  1. CV17, senso di colpa (e quindi di peccato) di non vivere secondo il suo Ming, progetto di vita depositato alla concezione nel Ming Men
  2. CV18, senso di colpa per non vivere secondo le aspettative dei genitori (degli avi) e non poter portare avanti la specie
  3. CV19, senso di colpa grave per aver commesso un errore e si ha la sensazione che nessuno mai potrà perdonare

 

(I cattolici che vanno a messa sanno che nel confessare i peccati (andare fuori dal Ming) ci si batte  per tre volte il petto dicendo  “ per mia colpa, mia colpa, mia grandissima colpa. E’ una coincidenza?)

 

Dr. Dante De Berardinis

 

Commenti

  • Molto interesante, e instruttivo, grazie per averlo condiviso, mi dispiace la lettera del collega che un po non ci credeva sul modo di pensare e trattare i casi in questo modo piu "spirituale" , ricordo anche che il VB 21 e il punto dove si appoggia la propria croce , che se è pesante ci puo portae a contratture moto dolorose del cuccullare, ( secondo Padre Pio era la piaga piu dolorosa di Cristo), se mi legge il collega....
    Teresa Zuñiga

    Teresa Zuñiga
    - 08/12/2016
  • Molto interesante, e instruttivo, grazie per averlo condiviso, mi dispiace la lettera del collega che un po non ci credeva sul modo di pensare e trattare i casi in questo modo piu "spirituale" , ricordo anche che il VB 21 e il punto dove si appoggia la propria croce , che se è pesante ci puo portae a contratture moto dolorose del cuccullare, ( secondo Padre Pio era la piaga piu dolorosa di Cristo), se mi legge il collega....
    Teresa Zuñiga

    Teresa Zuñiga
    - 08/12/2016
  • Molto bello questo caso Dante !!
    La giada tra l’altro energeticamente è YIN e può essere usata nella riflessologia plantare cinese On Zon Su al posto del dito mignolo (che è legato all’Acqua) della mano che tratta quando si affatica.

    Gianluca Pirro
    - 06/12/2016

Aggiungi commento

9 NOV 2016
3

Acqua dalle mani

Motivo della consultazione       Giovane donna di 46 anni, 2 figlie di 13 e 8 anni, casalinga, minuta, magra, perfezionista, ama l’ordine, si agita se le cose non sono a posto, sonno profondo, dorme anche 10 ore di seguito, molto attiva, non ingrassa, alvo regolare, mestruazioni scarse, regolari non dolorose, poca sete. Viene per un’iperidrosi palmo-plantare, iniziata alle scuole medie, ...
Continua a leggere

Altri post

Caso clinico esagerato

A proposito di terremoto