Blog dei casi clinici di AGOPUNTURA - dr. Dante De Berardinis

28 AGO 2018
3

Difficoltà di attenzione, ST23

Motivo della consultazione

Ragazzo di 25 anni viene in studio su consiglio (costretto) della madre.

Corporatura “palestrata” e pelle con numerosi tatuaggi. Pratica sport due ore al giorno per aumentare la massa muscolare,

Lui, a suo dire, sta bene non capisce perché la madre lo ha spinto a una visita.

Poi riferisce di essere agitato, irritabile, spesso coinvolto in risse. Fino ad ora ha cambiato molti lavori cercando sempre qualcosa di nuovo, ha viaggiato in cerca di lavoro in molti paesi, adesso fa il cameriere stagionale e ha deciso che a settembre andrà in Olanda  per cercare un nuovo lavoro.

Difficoltà di concentrazione e di attenzione tanto che non è riuscito a terminare la scuola superiore. Non riesce a seguire un discorso, un film, una conversazione.

Frequenti tendiniti.

Onicofagia.

 Diagnosi

  • Incapacità a dirigere la vita verso il proprio Ming

 Terapia:

  • ST23, Tai Yi, suprema unità.

 Andamento clinico

Il paziente si sente meglio già dopo la prima seduta. Durante la seconda seduta riferisce una difficoltà alla inspirazione che passa subito dopo l’aggiunta del punto LI6, Pian Li, che, secondo il cap. 10 del Ling Shu, sblocca il diaframma, Ge, e , secondo la SIDA, permealizza il diaframma[1] alla Tian Qi (respiro) e le permette di scendere dal San Jiao Superiore al San Jiao Inferiore.

Terza seduta: si sente molto meglio, più concentrato e capacità di attenzione, calmo, non più attaccabrighe.

Riferisce ancora il dolore da epicondilite bilaterale e tendiniti del polso dei muscoli flessori dell’avambraccio.

Aggiungo il punto CV10, Xia Wan, diversi motivi:

  1. Quando le tendiniti si associano all’onicofagia il punto più probabile è CV10 come recitano le ormai famose “dieci domande SIDA per le tendinopatie”. CV10, secondo noi, attiva la funzione di trasporto della Milza del Jing degli alimenti di sapore acido verso il Fegato e quindi “ricarica” il Jing di Fegato e di conseguenza i tendini.
  2. E’ un punto del Ren Mai. Ogni volta che un\una paziente viene accompagnato\a dalla mamma (ad eccezione dei bambini) penso sempre che si tratti di una difficoltà a prendere le proprie responsabilità e quindi segno di deficit di Ren Mai.
  3. Il punto si trova sulla stessa linea orizzontale del punto ST23 e, come sappiamo dalla scuola francese dell’ A.F.A. , i punti sulla stessa linea orizzontale hanno delle relazioni funzionali molto strette. In pratica agiscono sullo stesso meccanismo.
  4. Il secondo nome è You Men, porta del buio, del mistero. E’ lo stesso nome del punto KI21 che è il punto del mistero della vita, che permette di spalancare la porta verso il Rene, la costituzione,  per riuscire a vedere il proprio Ming e di conseguenza permette  al Cuore Imperatore (cioè a noi) di dirigere la vita verso quella meta.

 Dopo 5 sedute il paziente è entusiasta e incredulo che l’agopuntura possa arrivare a questi effetti. Anche il dolore da tendiniti, di cui soffriva da anni, si è ridotto del 80%. 

Adesso mi chiedo se è ancora convinto di partire per l’Olanda a trovare il “suo lavoro”.

 Discussione

 ST23 viene chiamato,  Tai Yi, tradotto come “suprema unità”.

Secondo il dr. J. M. Kespi, ST23 è legato al punto Mu del Cuore, CV14. Il Cuore, Xin,  come “Vuoto centrale”, “Centro solare”.[2]

In questo luogo ognuno può vedere il proprio Ming con la mediazione del “Ministro del Cuore” che noi chiamiamo per questo motivo “Mediatore del Cuore”.

 Il monaco taoista Jeffrey Yuen afferma che il nome, Tai Yi,  ha qualcosa di magico[3]. Nello Shen Nong Ben Cao, come nel Nei Jing, l’imperatore chiede un consiglio a Qi Bo, l’imperatore del Fuoco chiede (in modo simile al cap.1 del Nei Jing):

Perché le persone di oggi non vivono più di cento anni e perché quando hanno cento anni la mente inizia a soffrire di demenza?

Qi Bo risponde:

Tai Yi, (ST23) è utile quando si attraversano i 9 picchi del Cielo non ci si rende conto che in realtà bisogna entrare nel picco di mezzo. Essendo l’imperatore del Fuoco dà una risposta secondo i 9 dolori del Cuore (simbolizzati dai 9 palazzi). Cosa ci consuma la mente? Le orecchie (il Rene-cervello) si concentrano sulla carriera, sulla conoscenza, sulla salute, sulla continua ricerca della salute, della conoscenza, della saggezza, prosperità, amore…e il quinto palazzo è la Casa che si trova al Centro. Le persone sono alla continua ricerca esteriore senza rendersi conto che la ricerca va indirizzata dentro (verso il centro, la Suprema Unità). E per questo la mente si stanca.”

La Milza è la sede dello Yi, il processo cognitivo.

In molte culture possiamo trovare una storia comune che è quella del “figliol prodigo” che va nel mondo ad affrontare tutte le sfide fino a che prende coscienza che non c’è nessun posto migliore di casa (il quinto palazzo) e si torna a casa. In mezzo a tutte le incertezze della vita c’è questo grande, supremo, Tai Yi, ST23, elemento Terra, che rappresenta la casa, è la stella polare che ci guida a casa.

Il punto ST23 aiuta la persona a sentire che sta seguendo la strada per tornare a casa, dà stabilità per eliminare rumori nella pancia, borborigmi, flatulenza che metaforicamente  indica tutto ciò che ci mette a disagio nella vita. Questo punto non si trova in molti testi, perché si pensa che pochi sono in grado di accedervi. Perché è necessario vedere da cosa si è guidati prima che quel punto abbia significato.[4]

 

Funzioni di ST23

ST23 ha la funzione di  “tranquillizza lo Shen”, rafforza lo stomaco, armonizza il centro, tratta sia forme maniacali che depressive (Dian Kuang) come anche irritabilità, agitazione, nervosismo: Fan Zao.

Tratta l’individuo che non riesce ad assimilare, difficoltà di concentrazione, bambini che fanno fatica a scuola, disturbo da deficit di attenzione (DDA).  A livello somatico c’è indigestione, incapacità di digerire. ST23 tratta l’incapacità di digerire, di assimilare, di concentrarsi. L’incapacità di digerire e concentrarsi a livello psicologico e neurologico vuol dire incapacità a ricevere, ad assimilare le sensazioni. Troviamo sintomi come intorpidimento, freddo alle estremità. In particolare neuropatie delle gambe come nel diabete o da qualche deficit vitaminico del gruppo B.

 Conclusione

 Il caso clinico è interessante perché suggerisce un’indicazione del tutto originale del punto ST23. In pratica oltre ai disturbi digestivi e alle problematiche psichiche Dian Kuang, pensiamo a questo punto nelle difficoltà di attenzione e di concentrazione in pazienti con una storia clinica in cui  non trovano un senso nella vita, non si trovano a loro agio in tutto ciò che fanno e che sono. Hanno sempre cercato fuori (i 9 palazzi o 9 incombenze della vita) e non si accorgono che ciò che cercano si trova in quello che sono che corrisponde al 5° palazzo, la casa. Ecco perché cambiano ogni giorno lavoro, umore, passioni, impegni (a cui diventano spesso dipendenti) nella speranza inconscia di trovare se stessi.

La diagnosi differenziale si pone con:

  • Il punto GB37, Luo Bie di Zu Shao Yang,  che tratta le persone che riescono a scegliere e vedere cosa fare nella vita.
  • Il punto GB1 tratta il modo distorto di vedere la realtà che ci circonda,  molto simile allo Yang Qiao Mai.
  • Il punto GB2 tratta il modo distorto di vedere se stessi, molto simile allo Yin Qiao Mai

 Rileggendo il post mi rendo conto che non è molto chiaro per chi non è dentro il nostro modello SIDA per cui invito a fare  domande nei commenti in modo che possa fornire ulteriori spiegazioni che poi saranno utili a tutti.

 Arrivederci al congresso sui casi clinici che riguardano “agopuntura e orifizi-Agopuntura e sogni” di fine settembre.

Info sul blog.

Dr. Dante De Berardinis



[1] Secondo noi ogni punto che tratta il diaframma, Ge, agisce  attivando una permeabilità verso una specifica sostanza.

[2] Anche nella nostra medicina quella zona epigastrica è la sede di un  plesso chiamato “solare”.

[3] Copia-incolla dalla dispensa “Clinica neurologica” scritta da Ludovica Dei e dal sottoscritto, a partire dalle lezioni di Jeffrey Yuen,

[4] Secondo noi GB1 ha la funzione di far vedere cosa ci guida ma necessita ancora di conferme cliniche.

Commenti

  • Posso dirlo: “io c’ero!”
    Grazie Dante!!!

    Ilenia
    - 28/08/2018
  • Si, massaggio o ago-pulce per auricoloterapia.

    Dante DE BERARDINIS
    - 28/08/2018
  • Potrei usare questo punto per un bimbo di 7 anni, con massaggio anziché con ago? Fa fatica a tenere l’attenzione sui compiti di scuola... Per mancanza d’interesse!

    Miriana
    - 28/08/2018

Aggiungi commento