Blog dei casi clinici di AGOPUNTURA - dr. Dante De Berardinis

26 NOV 2012
5

Comunicazione ai Sidiani

Sidiani = abitanti del nuovo pianeta (nonché movimento culturale) S.I.d.A.

Sabato e domenica 24-25 novembre , a Roma presso la Scuola Italo-Cinese di agopuntura (A.M.S.A.-Xin Shu), abbiamo assistito ad un evento cultuale di portata storica per l’agopuntura non solo italiana ma oserei dire europea dal momento che erano presenti agopuntori venuti dall’Irlanda, dall’Inghilterra, dalla Germania e dalla Svizzera.

Jeffrey Yuen, monaco cultore della tradizione orale taoista, ha tenuto un seminario sul Nan Jing, detto "classico delle difficoltà".  Ha spiegato che per leggere un testo classico bisogna far riferimento al periodo storico in cui è stato scritto, alla filosofia e alle vicende politiche di quel tempo, altrimenti si corre il rischio di falsificare il testo e di non capire le verità profonde che vuole trasmettere. Poi ha continuato con l’esegesi di alcuni capi oli del Nan Jing riguardanti i 5 movimenti e i meridiani curiosi. Sono state due giornate in cui si è parlato di Agopuntura con la A maiuscola che ci hanno permesso di chiarire moltissimi dubbi che aleggiavano da tempo nella nostra mente. Altri rimangono ancora.
Questa mia comunicazione non ha lo scopo di raccontare un evento o di fare pubblicità per il prossimo ma di stimolare le associazioni, le varie scuole di agopuntura, le società scientifiche di medicina cinese e tutti "gli agopuntori di buona volontà", in modo che vi sia una presa di  coscienza profonda sul fatto che non si può continuare a parlare nei
congressi e a insegnare nelle scuole con il solo modello della Medicina Tradizionale Cinese (MTC) (che secondo me, e non solo, è più indicato per la fitoterapia) ed ignorare la presenza dei testi classici e soprattutto della tradizione orale taoista che permette la decifrazione di questi.
Il mondo culturale e politico dell’agopuntura italiana, dopo 15 anni di seminari di Jeffrey Yuen, non può far finta che nulla sia accaduto perché è cambiato il modo di pensare e di lavorare di troppi agopuntori.
Cordialmente
Dante De berardinis
htpp://www.agopunturasida.it

Commenti

  • Desolato di esser mancato a questo appuntamento, da buon italo-irlandese avrei veramente apprezzato la fusione culturale, e soprattutto avrei conosciuto jeffrey che sembra scrivere i suoi testi in maniera sempre illuminante.
    Con l’occasione saluto il collega V.Garaffa ricordando uno splendido seminario di MTC a Trapani praticamente in riva al mare.
    Patrick Stagi

    Patrick Stagi
    - 28/12/2012
  • Ciao Vincenzo, scusa ma vi è stato un equivoco sui termini.
    Il modello di medicina cinese proposto da N. Van Nghi è il modello vietmanita che è basato sui 5 movimenti che viene molto probabilmente dalla scuola del Nan Jing di cui ha parlato Jeffrey Yuen.
    Per MTC mi riferisco al modello che seguono adesso in cina negli ospedali e che è arrivata in occidente grazie a Maciocia, Ross, Auteroche, e altri.
    Io stesso ho sentito N. Van Nghi tanti anni fa che inveiva contro la MTC dicendo che era stata costruita per la fitoterapia e non per l’agopuntura in un congresso di "Società e Salute" a Castrocaro.
    A presto
    Dante

    Dante De Berardinis
    - 16/12/2012
  • Anch’io ho partecipato al seminario di Jeffrey Yuen.
    E’ stata la prima volta. Ho trovato interessante quanto spiegato dal maestro, ma ci sono stati pochi riferimenti clinici. C’è stato inoltre poco spazio riservato alla discussione.
    Non sono d’accordo che la MTC sia più adatta alla fitoterapia, bisogna vedere come si esercita tale medicina e da chi si è ricevuto l’insegnamento.
    Da parte mia è da più di 25 anni che la esercito secondo gli insegnamenti del maestro Van Nghi e dei suoi allievi della A.M.O. ed i risultai ottenuti sono stati sempre eccellenti.
    Tuttavia penso che la Medicina sia così vasta che è riduttivo rifarsi ad un modello piuttosto che ad un altro, siamo qui per imparare da tutti e questo processo sarà per tutta la vita.

    Vincenzo Garaffa
    - 16/12/2012
  • Anch’io ho partecipato al seminario di Jeffrey Yuen.
    E’ stata la prima volta. Ho trovato interessante quanto spiegato dal maestro, ma ci sono stati pochi riferimenti clinici. C’è stato inoltre poco spazio riservato alla discussione.
    Non sono d’accordo che la MTC sia più adatta alla fitoterapia, bisogna vedere come si esercita tale medicina e da chi si è ricevuto l’insegnamento.
    Da parte mia è da più di 25 anni che la esercito secondo gli insegnamenti del maestro Van Nghi e dei suoi allievi della A.M.O. ed i risultai ottenuti sono stati sempre eccellenti.
    Tuttavia penso che la Medicina sia così vasta che è riduttivo rifarsi ad un modello piuttosto che ad un altro, siamo qui per imparare da tutti e questo processo sarà per tutta la vita.

    Vincenzo Garaffa
    - 16/12/2012
  • molti di noi ,per vari motivi non hanno potuto partecipare. tutte le informazioni che ci puoi dare, con la tua solita chiarezza.. sono ben accette! grazie

    Ferdinando Pandolfii
    - 28/11/2012

Aggiungi commento